apriteleorecchiette

Pino Africano nel suo originalissimo e spiritosissimo libro, offre delle “pillole” virtuali, contenenti consigli pratici di buon senso e verità scientifiche spesso scomode o soffocate da luoghi comuni inconsistenti.

I consigli che troverete valevano duemila anni fa, valgono oggi e varranno ancor di più nel futuro.

Non passeranno mai di moda perchè appartengo alle eterne Leggi della Vita.

“Aprite le Orecchiette è un libro godibilissimo e pieno di buon senso. Anche quando non è scientificamente rigoroso, ha il merito di farci pensare, di provocare sani interrogativi sulle nostre abitudini e sulle nostre convinzioni, comprese quelle instillateci dagli scienziati, dai medici e dalla cattiva maestra televisione”.

Prof. Franco Berrino Direttore dell’Unità di Epidemiologia all’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano

Da diversi anni è disponibile un’imponente mole di studi scientifici che indicano la sana alimentazione come il mezzo più efficace di prevenzione nei riguardi delle malattie più diffuse del nostro tempo. Questi studi, anziché essere ben divulgati, sono invece trascurati, taciuti o al massimo sussurrati. (fonte:macrolibrarsi.it)

 

vivere mi piace da morire

“Con una raffica di esilaranti versi palindromi Pino Africano sbaraglia i più radicali pregiudizi sul cibo, la falsità dell’industria alimentare, le ipocrisie dei nutrizionisti”.
Prof. Franco Berrino, Unità di Epidemiologia Istituto Nazionale per lo Studio e la cura dei Tumori di Milano

“Non è la prima volta che Pino Africano avvicina in maniera diretta le evidenze scientifiche  ai suoi lettori con uno stile unico, personale, stringente e chiaro: insomma uno stile da matto come lui veniva definito in una trasmissione televisiva”.
Prof. Antonio Moschetta, direttore scientifico Istituto dei Tumori di Bari.

Alimentazione e tumori: questo il tema centrale affrontato nell’ultimo lavoro di Pino Africano Vivere mi piace da morire. Tutti i cibi anticancro, ma proprio tuttiIl libro propone 201 “pillole” da prendere tutti i giorni per prevenire i tumori. Attraverso un linguaggio chiaro e incisivo, e con una serie di versi palindromi (che da destra verso sinistra e viceversa si leggono allo stesso modo), l’autore si propone di scardinare i più radicati pregiudizi sul cibo facendo leva sull’importanza di scegliere uno stile di vita sano “che consentirebbe – scrive Franco Berrino nella prefazione al testo –di prevenire molte più malattie di quanto non potrà fare la medicina tecnologica e di prevenire anche la medicalizzazione massiva delle persone anziane”.Con Vivere mi piace da morire Pino Africano pone al centro ancora una volta l’importanza della nutrizione nella nostra vita, e lo fa nello stile che lo contraddistingue, esilarante e spregiudicato, rendendo estremamente facile la comunicazione del messaggio: la salute passa dalla tavola. (fonte: tuttosteopatia.it)